Medico VeterinarioDr. Maurizio Spremolla
 Home  |  Chi siamo  |  Cerco casa  |  Donatori sangue  |  Prestazioni  |  Utilities  |  Contatti 
       
 Utilities
Utilities >> IL MICROCHIP


 IL MICROCHIP

Il microchip è un piccolo dispositivo delle dimensioni di un chicco di riso basato sulla tecnologia passiva RFID, che viene applicato con una apposita siringa sterile monouso, nel tessuto sottocutaneo dell'animale. La procedura, completamente indolore, mediante aspposito lettore, permette di identificare l'animale; tutti i cani devono obbligatoriamente essere identificabili mediante microchip che deve essere applicato fin da due mesi di età. Il microchip può essere applicato sia dal veterinario dipendente pubblico della ASL, che dal veterinario libero professionista che sia stato autorizzato dalla ASL competente territorialmente, con possibilità di iscrivere cani su tutto il territorio regionale.

All'atto dell'inserimento del chip, che per convenzione viene inserito sul lato sinistro del collo del cane, viene compilata online una scheda di iscrizione del cane nell'anagrafe ASL che viene controfirmata sia dal veterinario che dal proprietario/detentore del cane: a questo punto il cane viene ad essere come "targato" e pertanto se smarrito, mediante la lettura del microchip viene ad essere prontamente identificato e restituito al "distratto" proprietario.

Dal momento che il cane è iscritto si attivano diversi obblighi da parte del detentore del cane che ne è responsabile: ad esempio, in caso di smarrimento deve darne pronta comunicazione al Veterinario ASL o ad altro Pubblico Ufficiale, lo stesso dicasi in caso di cessione o di morte del cane, pena sanzioni amministrative.

Il vantaggio ad avere il cane microchippato è innegabile: possibilità di rientrarne in possesso in caso di furto o smarrimento, possibilità di poter dimostrare la proprietà del cane in caso di attivazione di polizze assicurative di responsabilità civile.

La presenza del chip rende IMPOSSIBILE L'ABBANDONO DEL CANE.

Per quanto riguarda poi i cani di razza, il certificato di iscrizione all'anagrafe ASL serve come documento valido da allegare alla richiesta di pedigree all'ENCI.

Per la richiesta del passaporto valido per l'espatrio del cane, è inoltre obbligatorio il microchip in quanto dal 2012 non sono più riconosciuti validi i tatuaggi come sistema di identificazione dell'animale per il rilascio del passaporto (v. apposita pagina sul PASSAPORTO).

Anche gatti e furetti che devono espatriare devono avere il microchip, pena il mancato rilascio del passaporto.

I veterinari dell'Ambulatorio Veterinario Valdisieve, sono autorizzati all'inserimento del microchip e alla procedura di iscrizione dei cani all'anagrafe ASL per tutte le ASL della Toscana. 


 
 Medico Veterinario Dr. Maurizio Spremolla - Viale Duca della Vittoria, 164 Rufina (FI) - P.IVA 03583650480 - Privacy - Note legali
Powered by Logos Engineering - Lexun ® - 17/10/2017